Il solo dato positivo è che gli speculatori, ormai, ritengono l'euro sopravvalutato del 20-30%

Entro due anni lo abbandoneranno, e l'euro tornerà debole - com’è debole l'economia reale europea - e tornerà competitivo. Se saremo ancora vivi, s’intende.

Per allora, il dollaro sarà sparito come riserva mondiale, e colossi come Cina e Giappone - che siedono su montagne di dollari - avranno ancora voglia di comprare le cravatte di Armani al 20% di sconto? Saremo competitivi, ma nel gelo globale del consumo.

Trichet sta cercando di domare il rincaro del greggio provocando l'ulteriore abbassamento dei salari reali in Europa, già erosi dall'inflazione reale degli anni scorsi: fa calare la benzina togliendoci i soldi per comprarla, e anche il posto di lavoro da cui prendiamo i salari. E' una scelta inumana, ossia da banchiere e burocrate.

Spunta in ritardo, come nel 1929, la coscienza che è in atto non una recessione, ma la Depressione.

Ha osato scrivere la parola sir William Rees-Mogg, influente eurocrate e opinionista del Times. Dopo una vita di menzogne liberiste, ora che ha raggiunto gli 80 anni, si permette di dire la verità. Per la prima volta su un grande giornale, un potente columnist che è anche membro dei poteri forti, evoca la Grande Depressione.

Il Dow, l'indice azionario di Wall Street, non tornò ai livelli pre-29 se non un quarto di secolo dopo, alla fine del 1954, scrive Rees-Mogg; se la storia si ripete, «il mercato azionario tornerà ai livelli del 2007 nel 2032».

Avremo 25 anni di vacche magrissime: uno spazio grande per una vita umana, e milioni di vite umane passeranno dalla giovinezza alla maturità nella miseria e nella caduta di speranze e prospettive. Il peggio è il sospetto che tutto questo, il crack, il caos e la rovina di milioni di vite, sia voluto, progettato.

Era il 1994, e David Rockefeller parlava allo United Nations Business Council. Disse: «We are on the verge of global transformation. All we need is a major crisis, and the nations will accept the New World Order». «Siamo sulla soglia di una mutazione globale. Ci manca soltanto una cosa: una crisi rilevante, e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale».

Stranamente, ha ripetuto in questi giorni la stessa cosa George Bush senior, l'ex-presidente ed ex capo della CIA, il padre dell'alcolista subnormale alla Casa Bianca: «Da questi tempi di sconvolgimento può emergere il nostro obbiettivo, un Nuovo Ordine Mondiale».

Hanno previsto tutto? Si preparano ad imporci l'ordine totale?

16 luglio 2008 · Antonio Scognamiglio

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il solo dato positivo è che gli speculatori, ormai, ritengono l'euro sopravvalutato del 20-30%.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Marco 16 luglio 2008 at 22:17

    TUTTE le crisi sono sempre state il prodotto di menti malate a scapito della massa di pecoroni che guardano solo gli indici di Borsa per stabilire se un'economia va bene o male, nell'articolo di Richard Cook postato su EFFEDIEFFE si fa riferimento alla crisi dei mutui come ad una crisi che parte da lontano, da quando le nostre industrie hanno cominciato a delocalizzare i posti di lavoro in paesi del Terzo Mondo in cui la manodopera costava dieci-venti volte meno che in Italia e con NESSUNA garanzia.

    A quel punto però bisognava sostenere il consumo interno e come si poteva fare se non con il debito allora giù con i tassi d'interesse e vai con la creazione di bolle speculative e noi felici a comprare case e macchine a rate, il tasso variabile???....e chi se ne frega, non vedi la rata come é bassa.....e via così fino ad oggi al REDDE RATIONEM in cui i nodi verranno al pettine, cercheranno di tenerci buoni con PANEM ET CIRCENSES (TV e calcio) e di dare la colpa a qualcuno ma di sicuro tutto quello che é accaduto e che accadrà é volto alla creazione del NUOVO ORDINE MONDIALE e nulla li fermerà finché non l'avranno creato.

    Per dare un'assaggio di quello che ci aspetta e di come siamo e saremo manipolati basta vedere a cosa é servita l'emergenza ROM (di cui non parlerà più nessuno finché non servirà a qualche altro losco scopo) a farci accettare la schedatura di massa (impronte digitali per tutti) per non discriminarli.

    Lo Stato di Polizia é già qui.

    Pregate il Signore ed abbiate FEDE.

    Marco